Riso nero

Autore: Sherwood Anderson
ISBN: 9788832203950
256 pagine
Anno: 2021
Collana: Per l'alto mare aperto
Direttore di Collana: Edoardo Esposito
Progetto Grafico: Solchi graphic design

Riso Nero, pubblicato nel 1925, viene considerato il vero successo editoriale di Anderson. Narra delle vicende del giornalista John Stockton che, lasciata la moglie Bernice, da Chicago si trasferisce a New Orleans e quindi a Old Harbor, paese della sua giovinezza, in cerca di un’esistenza di maggiore autenticità. Sullo sfondo, l’America degli anni venti e la diversa vita dei bianchi e dei neri: ghettizzati questi ultimi, ma portatori di una naturalità che è quella che il protagonista sta cercando anche per sé. Ne scrisse Pavese, traducendolo, come di un tentativo di infrangere le catene del materialismo puritano e di creare per il romanzo una tradizione che era anzitutto una ricerca di linguaggio: ricerca difficile che pose le basi per la ricerca dello stesso Pavese e del romanzo italiano moderno.

 

Sherwood Anderson (Camden, 13 settembre 1876 – Panama, 8 mar­zo 1941) è stato uno scrittore statu­nitense che si è dedicato soprattut­to al racconto breve (short story). È noto al pubblico soprattutto grazie alla raccolta di racconti Winesburg, Ohio. Tra i vari volumi pubblicati in Italia si ricordano Storia di me e dei miei racconti (tradotto da Fernanda Pivano).