L’arte e le carte

a cura di Giovanni Luca Dilda
ISBN: 9788899473259
Formato cm 21 x 26, 152 pagine, immagini colore e bianco e nero
Anno: 2016
Collana: Scaglie d'archivio
Progetto Grafico: L'arte e le carte

La pubblicazione di questo volume, a seguito dell’attività di riordino dell’archivio storico della Fondazione, è l’occasione per riconsegnare alla comunità di Senna Lodigiana la memoria della sua storia, attraverso le vicende del senatore Angelo Grossi, della sua attività benefica e del patrimonio artistico che ancor oggi la Fondazione conserva.
Questo libro è il risultato del lavoro appassionato di un archivista, Giovanni Luca Dilda, e di due storici dell’arte, Gian Luca Bovenzi e Alessandra Di Gennaro, che, con L’arte e le carte, permettono al nostro sguardo di soffermarsi su cose (un archivio, una pala d’altare e una Madonna vestita, come cita il sottotitolo del volume) che abbiamo visto spesso, ma su cui, forse, abbiamo indugiato raramente.

L’archivio non è solo quel contenitore polveroso di carte, che spesso immaginiamo, in cui mettere tutto quello che non ci serve più, ma una fonte essenziale per la nostra storia: i suoi documenti aprono una finestra sulla quotidianità del passato, le fotografie ci riconsegnano volti dimenticati, le lettere e la corrispondenza le parole di uomini e donne.

La magnifica pala con la Madonna con il Bambino e i santi Ambrogio, Francesco e Marta, dipinta dal Duchino, è oggetto di un duplice studio, uno che tratteggia le vicende artistiche e il percorso della tela da Milano a Senna, e l’altro che ci descrive, con riferimenti alla produzione tessile del tempo, la rappresentazione delle stoffe nella pala d’altare.

La Madonna vestita, che esemplifica una produzione artistica ormai rara e poco nota, è analizzata nella sua peculiarità di scultura, nata per essere vestita con abiti veri.