I nuovi documentaristi tedeschi. Forme di sopravvivenza della «Neue Sachlichkeit» nella fotografia degli anni Sessanta e Settanta

Autore: Alessandra Nappo
A cura di Alessandra Nappo
ISBN: 9788899473396
cm. 21x27, p. 252, fotografie in bianco e nero
Anno: 2017
Collana: Esposizioni immaginarie
Direttore di Collana: Fabio Vittucci
Progetto Grafico: I nuovi documentaristi tedeschi

Questo volume esplora un momento della storia della fotografia animato da una profonda riflessione sulle trasformazioni che nel corso degli anni sessanta e settanta del Novecento hanno investito il paesaggio e la società tedeschi. Molti sono i fotografi che in quel periodo hanno cercato di documentare la realtà circostante con precisione e sobrietà, recuperando il rigore e lo stile documentario dei maestri della Nuova Oggettività. L’interesse di quelli che si possono definire Nuovi documentaristi tedeschi si è rivolto alla descrizione del paesaggio, delle zone urbane (avvertite come prive d’identità, dominate dai risultati fallimentari della ricostruzione del secondo dopoguerra e da un gravoso senso di inospitalità) e infine dell’uomo tedesco (spesso seguendo un rigido criterio tipologico di sanderiana memoria). Questo lavoro delinea il ritratto di un panorama artistico-fotografico di grande vitalità. La nascita delle prime gallerie fotografiche, il ruolo della critica militante, il dibattito sulla forma documentaria accolto nelle riviste di settore, le mostre, le fiere e le manifestazioni d’arte internazionali: tutto ciò offre al lettore un ricco orizzonte di ricerca in grado di sollecitare nuove occasioni di dialogo con la fotografia odierna.

Alessandra Nappo (1984) è dottore di ricerca in Fotografia e ha alle spalle una lunga esperienze di curatore di mostre per musei italiani e tedeschi