Luisa Spinatelli

a cura di Luisa Spinatelli e Stella Casiraghi
ISBN: 9788832203738
24 x 28 cm; 256 pagine
Anno: 2021
Collana: Esposizioni immaginarie
Progetto Grafico: Solchi graphic design

La storia professionale di Luisa Spinatelli è una favola dal sapore antico che racconta avventure e fatiche dell’anima operosa e audace di Milano. Diplomatasi con Tito Varisco in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Brera, debutta giovanissima nel 1965 al Teatro alla Scala con il balletto Francesca da Rimini con Carla Fracci e, nel 1976, è la prima donna-scenografo chiamata all’Arena di Verona.

Ha lavorato in Italia e all’estero in oltre trecento spettacoli ed appartiene a pieno titolo a quella generazione di teatranti artigiani che nel triangolo Brera-Scala-Piccolo Teatro si sono sentiti a casa. Il suo studio-laboratorio che s’affaccia sui Navigli è un incredibile archivio di stili e citazioni visive che si compongono con rigore e fantasia fra pezzi unici di trovarobato teatrale, libri, bozzetti, figurini, manichini, maschere, tempere e cavalletti e numerosi premi internazionali alle pareti.

Il volume intende raccontare con la sua voce la vita nel teatro e dietro le quinte di una grande costumista e scenografa milanese legata agli innumerevoli allestimenti scaligeri, alla danza internazionale e al lungo sodalizio con Giorgio Strehler.